THE COMMUNITY SUGGESTS The Community Suggests is a blog page used to share topics and insights about the latest news available online

Blogs (La Community segnala) Blogs (La Community segnala)

« Back

Quali risultati per le università aderenti ai MOOCs

CONTENUTO

 

 

La sostenibilità dei MOOCs e i primi risultati per le università aderenti, nonché alcune esperienze degli utenti. Ho cercato un po’ di articoli che riportassero dati aggiornati rispetto ai modelli di sostenibilità che stanno seguendo (o se non ne stanno seguendo) e rispetto ai numeri di utenti effettivi (chi sono gli utenti, quanti seguono in modo costante, chi segue solo a pezzetti, chi porta a termine i percorsi, rispetto a quali ambiti di studio, con che distribuzione geografica,…), nonché rispetto ai fenomeni di completamento e di abbandono visti dagli studenti stessi. Le prospettive sono tra loro complementari, vederne un po’ mi aiuta a girare intorno al fenomeno.

NASCITA  

2012

CHI C'E' DIETRO  

I nomi già noti di MOOCs (Coursera, Udacity, Khan Academy, EdX, MIT, …) le università che hanno scelto di aderire e stanno mettendo a disposizione online reportistica rispetto alle loro prime esperienze coi propri corsi presenti nei MOOCs o il proprio scetticismo sul fenomeno in sè  (Duke University, University of Georgia,..) e i blogger di settore, nonché gli studenti in prima persona. 

MOTIVO DELLA SEGNALAZIONE  

Perché il fenomeno dei MOOCs è interessante nella sua evoluzione a prescindere dal modello di instructional design applicato, per i numeri che muove e per capire se funziona (in parallelo).

perché ci riguarda direttamente, prima o poi ci faremo i conti come Polimi!

perché i modelli di sostenibilità e la loro efficacia sono la chiave per la sopravvivenza dei MOOCs, e non è scontato che funzionino per ora

perché vedere se gli utenti apprezzano o meno e portano o meno fino in fondo i percorsi è la cartina di tornasole del fenomeno

perché a volte anche i prof fanno drop out…

LINKOGRAFIA  

 

Dati consultabili e filtrabili rispetto al completamento dei corsi, alla richiesta di certificazione, ai drop out rates: http://www.katyjordan.com/MOOCproject.html

Feedback dagli utenti: http://onlinelearninginsights.wordpress.com/2013/02/01/how-not-to-design-a-mooc-the-disaster-at-coursera-and-how-to-fix-it/

Le barriere alla sostenibilità ancora da superare: http://mfeldstein.com/four-barriers-that-moocs-must-overcome-to-become-sustainable-model/

Il modello di sostenibilità di Coursera: http://chronicle.com/article/How-an-Upstart-Company-Might/133065/

Il contratto dell’Università del Michigan con Coursera: http://chronicle.com/article/Document-Examine-the-U-of/133063/

Rispetto ai modelli profit e no-profit, un articolo con uno schema molto chiaro in merito: http://mfeldstein.com/the-emerging-landscape-of-educational-delivery-models/ (articolo in tre parti, i link presenti in testa allo sviluppo se vi interessano)

Tipologie di iscritti ai MOOCs: http://www.insidehighered.com/news/2012/06/05/early-demographic-data-hints-what-type-student-takes-mooc

Chicca finale, il drop out dei docenti:

http://onlinelearninginsights.wordpress.com/2013/02/22/news-of-the-week-coursera-professor-quits-making-degrees-cheaper-without-moocs-and-open-data-day/

Questo ed altri link in questo Scoop: http://www.scoop.it/t/moocs-sustainability-and-customer-satisfaction

 

Comments
Trackback URL:

C'è un modello di sostenibilità che si può considerare preferibile a un altro? O è ancora presto per potersi costruire un giudizio ed, eventualmente, un modello da seguire?
Posted on 16/04/13 18:30.
Qual è la tua impressione sul dibattito relativo al paradigma che dovrebbe prevalere in questo contesto (student-centered versus instructor-centered education) per garantirne la propria sostenibilità? Credi che si possa raggiungere un compromesso tra entrambi i paradigmi in modo da assicurare il successo dei MOOC's?
Posted on 24/04/13 16:16.
Cosa si intende per sostenibilità di un MOOC's: il fatto che l'ateneo promotore si ripaghi delle spese, ovvero che incassi tanto quanto spende? A tal proposito si sa qualcosa circa l'acquisto di certificati finali da parte degli utenti al termine dei corsi? o

Oppure per sostenibilità si intende che l'università abbia un ritorno di investimento anche attreverso un miglioramento dell'immagine? ma il ritorno d'immagine è in qualche modo quantificabile?
Sono dati disponibili questi? Si riesce a rintracciare qualche elemento che permetta di comprenderli?

O, ancora, per sostenibilità si intende anche la possibilità di essere duraturi nel tempo? ovvero che le tecnologie adottate supportino il modello su un periodo medio-lungo (5 anni?) e che i contenuti siano più volte riutilizzabili?

E che cosa si sa circa l'impatto sociale, a lungo termine? In un ipotetico futuro migliaia di persone potrebbero avere in mano certificati che attestano la loro partecipazione ai corsi più disparati...
Posted on 29/04/13 12:05.
Se gli studenti pagano solo alla fine del corso per avere la certificazione (e parliamo anche i cifre irrisorie rispetto alle rette "normali"), come si sostengono, dal punto di vista economico, le università che vi aderiscono?
Posted on 29/04/13 12:13.
Sarebbe interessante capire in che termini è possibile valutare la sostenibilità dei MOOCs.
In particolare come si fa a stabilire se sono modelli che, al di là del boom attuale, possono mantenersi vivi nel tempo o, come già successo per altri fenomeni web based, dopo l'entusiasmo iniziale, rischiano di ripiegarsi su se stessi?
Inoltre quali sono i punti di vista che si possono adottare per riflettere sulla sostenibilità dei MOOCs (studenti, docenti, università, business, altro ...)?
Posted on 29/04/13 16:05.